Curiosità

Royal Warrant

Alcune notizie sulla storia e il significato dell’antico e ambitissimo riconoscimento concesso dalla Casa Reale Inglese e riservato soltanto a chi sa offrire il meglio.

L’idea che sta dietro al Royal Warrant è tanto antica quanto la monarchia inglese: sin dall’inizio, qualsiasi oggetto fosse destinato “all’uso regale” - dagli abiti alle corone, dalle marmellate ai prodotti per la pulizia - doveva essere della massima qualità. Il re poteva permettersi di ordinare le creazioni degli artigiani più stimati, essere sempre il primo ad ottenere i servizi e i prodotti più esclusivi e ambiti del regno, non doveva certo risparmiare…
Ma la corte non era l’unica a trarre vantaggio da questo sistema: per commercianti e artigiani fregiarsi del titolo di fornitore della famiglia reale era motivo di orgoglio e anche di sicura fama. Significava procurarsi un vantaggio rispetto ai concorrenti, suggerire ai clienti che i propri prodotti erano i migliori di tutto il regno.

Il primo riconoscimento di questo rapporto avvenne nel dodicesimo secolo, durante il regno di Enrico II  e nella forma del Royal Charter: un documento in cui la Casa Reale annotava il nome dei suo fornitori ufficiali. Il Royal Warrant così come lo conosciamo noi fu invece introdotto dalla regina Vittoria che nei suoi 64 anni di regno ne rilasciò a circa 2000 fornitori. I Royal Warrants sono conferiti a persone o compagnie che abbiano regolarmente, ed almeno per cinque anni consecutivi, fornito, con prodotti o servizi, un membro della Casa Reale.
Oggi i Royal Warrant possono essere concessi solo da tre membri della famiglia reale (Sua Maestà La Regina Elisabetta II, Sua Altezza Reale Il Principe di Edimburgo e Sua Altezza Reale Il Principe di Galles) e sono soggetti a regolare revisione. Ogni membro della famiglia Reale può conferire un solo Royal Warrant per ogni singola tipologia di prodotto o servizio. Esistono rigide norme che regolamentano e notificano i Warrants e sono tutelate da un’apposita Commissione, il Royal Household Tradesmen’s Warrants Commitee. Il riconoscimento ha inizialmente una durata di cinque anni, trascorsi i quali viene sottoposto nuovamente alla Commissione la quale per altro si riserva il diritto di revocarlo ogni qualvolta vengano meno le garanzie e le motivazioni che la hanno indotta a concederlo. Ogni variazione della compagine della azienda e delle sue politiche distributive e produttive è quindi sottoposta a rigidi controlli.
Solo le aziende che hanno ottenuto questo riconoscimento possono utilizzare la dicitura "By appointment..."  e mostrare le Royal Arms, ossia lo stemma reale, nella loro carta intestata e sui propri prodotti.

Per saperne di più: A Peerage for Trade  A History of the Royal Warrant di Tim Heald
Published by The Royal Warrant Holders Association in association with Sinclaire - Stevenson

Ultime Curiosità

Classificazione delle fragranze

Dolci, pungenti, frizzanti, freschi… i profumi possono essere tantissimi e le loro note praticamente infinite…. Conoscere quali sono gli ingredienti principali che li caratterizzano e scoprire a che famiglia appartengono i sentori che preferiamo può essere molto interessante e anche divertente.

Ecco perché abbiamo pensato di mettere a disposizione una descrizione e classificazione delle fragranze in sette grandi Famiglie Olfattive, ad ognuna delle quali corrispondono delle "sotto" Famiglie Olfattive, in accordo con la suddivisione proposta dalla...

Sandrine Videault e Les Nez

Sandrine Videault è la seconda artista, dopo Isabelle Doyen, a firmare le fragranze del marchio svizzero Les Nez

Originaria della Nuova Caledonia, nella Polinesia Francese, Sandrine Videault si è formata in Francia e alterna ogni quattro mesi la sua residenza tra Parigi e Noumea. Sandrine Videault non solo è nota come “naso” ma forse è ancor più famosa, ed unica...

Maurizio Cerizza : creatore di profumi

Il “naso” italiano che, combinando sensibilità, curiosità, emozione e preziose materie prime, firma le superbe poesie olfattive di Calé Fragranze d’Autore.

Maurizio Cerizza ha vissuto tra gli oli essenziali fin dall’infanzia. Infatti il padre Aurelio ha diretto la EMA (Essenze e Materie Aromatiche), una delle poche società italiane per la lavorazione ed estrazione di oli essenziali e nel 1966 fondò l’attuale...

Isabelle Doyen e Les Nez

Isabelle Doyen, giovane ma già affermata profumiera indipendente, è la prima artista ad essere “ospitata”  con entusiasmo nella pinacoteca di Les Nez.

Isabelle Doyen è stata la prima “conquista” di René Schifferle proprietario di Les Nez. Egli giunse a coinvolgere questa grande artista del profumo su suggerimento di Luca Turin che, una volta messo al corrente del progetto che voleva realizzare, gli...

Tutte le Curiosità